lunedì 16 gennaio 2017

Intervista #4 Valentina Marcone

Ehi lettori! 
Oggi sono tornata con un'intervista a Valentina Marvone autrice della saga "La croce della vita" e qui potete trovare la mia recensione alla saga qui
Vi lascio all'intervista.
Ringrazio ancora Marco Frullanti e Valentina Marcone per la disponibilità^^


1- Quando è nata la sua passione per la scrittura?

Non saprei darti una data precisa, sono quel tipo di persona che ha sempre amato la scuola, i libri. Ho iniziato a scrivere per scherzo qualche anno fa e qualcuno mi convinse a mandare la storia a qualche editore, io ero completamente contraria e scettica all’idea, ma mi risposero e da lì è cominciato tutto.

2-Ho avuto il piacere di recensire i primi due capitoli di questa saga, e mi sono piaciuti davvero molto, perciò le chiedo prima essere stata una grande scrittrice, è stata anche una grande lettrice? 

Assolutamente sì. Amo i libri, di qualsiasi genere, divoro qualsiasi cosa.

3-  Come le è venuta in mentre l'idea per sviluppare la storia?

Non prendermi per pazza, ma io ho tantissime storie in testa, o meglio, tantissimi personaggi e molto spesso mi perdo immaginando le loro storie, le  loro vite. Così nascono le mie storie

4-Perché ha deciso di sviluppare una storia con protagonista una furia?

Amo la mitologia greca e le Furie sono tra i miti che amo di più.

5- Quale è il personaggio in cui si rispecchia di più?

A volte mi rispecchio molto in Deva, altre in Gabriel, a volte persino in Michele. Reputo i miei personaggi molto più maturi e completi di me.

6-È uscito da poco il quarto capitolo della saga, si può sapere se ha intenzione di pubblicare un seguito?

Sì, il seguito è già pronto e non sarà per niente quello che vi aspettate A bocca aperta

7- I suoi tre libri preferiti?

Il Ritratto di Dorian Grey, L’ombra del vento e (a costo di essere banale ma non posso esimermi dal citarlo) Orgoglio e pregiudizio.

8- I suoi tre scrittori invece?

Oscar Wilde, Ken Follet, Kresley Cole.

9- Cosa deve avere secondo lei una storia per essere un bel romanzo?
Deve far provare qualcosa a chi la legge. Può anche parlare del tempo, ma se è in grado di trasmettere emozioni anche ad una sola persona al mondo, allora è un bel romanzo. Ho letto ‘grandi romanzi’ e ‘best seller’ e la mia reazione è stata ‘questo è tutto?’ per me tutto è soggettivo, non esiste il romanzo perfetto, non esiste il giusto modo per scrivere (a parte gli errori grammaticali) esiste la passione, esistono le emozioni. 

10- Tre motivi per invogliare i miei lettori a leggere la sua storia?

Non sono molto brava a fare propaganda A bocca apertama che dire, non mi reputo una grande scrittrice, anche per tale motivo scrivo nel modo più semplice possibile e diretto. Voglio arrivare al cuore delle persone, voglio che provino qualcosa leggendo quello che scrivo, rabbia, gelosia, amore, paura, tenerezza e le emozioni non hanno bisogno di paroloni per arrivare alla gente.

mercoledì 11 gennaio 2017

TBR #2 *verione pawer*

Ehi lettori!
Oggi sono tornati con un nuovo post, ovvero un post che non ho mai fatto, lo metto come TBR, però è la TBR di libri che vorrei rileggere.
So, Let's get stardet!

- La cacciatrice di fate di Elizabeth May

 


Un libro che io voglio assolutamente rileggere è "La cacciatrice di fate" di Elizabeth May, io l'ho adorato, amato, io devo avere il seguito, anche se credo che ormai non lo traduranno più:(
Perciò care case editrici: SMETTETELA DI LASCIARE INCOMPLETE DELLE SAGHE.

- Everneth di Brodi Ashton 


 Vorrei tanto rileggere anche Everneth di Brodi Ashton, ho amato anche questo e anche di questo voglio un maledettissimo seguito!
avvertenze: tutti i libri citati in questo post, possono creare dipendenza patologica, perciò non entrate in questo buco nero, e salvatevi finchè siete in tempo. 


- Il primo bacio a Parigi di Stephanie Perkins


L'ultimo libro che vorrei rileggere è Il primo bacio a parigi, devo rileggerli tutti, perchè io ne ho psicologicamente bisogno!

Lettori, io mi dileguo, se no, volete sentirmi fangirlare? io credo di no, perciò byee.

mercoledì 4 gennaio 2017

Book Haul #3 Dicembre

Ehi lettori!
Oggi sono tornata con un nuovo post, ovvero il Book Haul del mese di Dicembre! ps; non è vero i libri sono in generale degli ultimi due mesi)
Iniziamo c:


- Aristotle e Dante discover the secrets of the universe




Il primo libro che ho acquistato questo mese si tratta de "Aristotele and Dante discover the secrets of the universe" l'ho già letto e mi è piaciuto tantissimo, il livello d'inglese è molto basso perciò lo consiglio tantissimo a tutti!


- Maresi: cronache del monastero rosso 


Il secondo romanzo di questo mese si tratta de: "Maresi: cronache del monastero rosso" di Maria Turtschaninoff, che ho già letto e recensito, la potete trovare qui potete trovare la mia recensione^^
Ringrazio tantissimo la casa editrice per avermelo gentilmente inviato c:

- 1984 di George Orwell



Questo qui non l'ho ancora letto, però avendolo fatto in inglese a scuola mi ha incuriosito tantissimo ho deciso di acquistarlo! Spero non mi deluda c:

- L'accademia dei supereroi di Simone Ludiero


"L'accademia dei supereroi" di Simone Laudiero me lo ha regalato una mia cara amica per il mio compleanno c: (grazie Bennii) che non vedo l'ora di leggere!

- Emancipated: l'altra faccia della libertà di M.G. Reyes



Questo qui sembra essere un thriller molto intrigante! spero non mi deluda (ps; grazie mamma per il regalo di Natale xoxo) vi farò certamente sapere cosa ne penso, magari con una recensione.



- Greco moderno di Nikos Petrou 
 

Me lo hanno consigliato in un po' di persone anche se non è un libro molto conosciuto, ho deciso di comprarlo e non vedo l'ora di leggerlo^^

- Reato di fuga di Christophe Lèon 



Questo libro l'ho comprato senza conoscerlo, un giorno ero in libreria ho letto la trama e l'ho acquistato c:


- Eleanor & Park di Rainbow Rowell



Ho sempre voluto leggere qualcosa della Rowell e purtroppo dopo il fallimento di Fangirl :( ho deciso di darle un'altra possibilità con questo romanzo!

- Il buio oltre la siepe di Harper Lee



Sotto consiglio di una mia carissima amica (Ludooh) ho deciso di farmelo regalare per il compleanno, anche se sinceramente non mi ispirava più di tanto, e non vedo l'ora di leggerlo.

- Il dottor Jekyll e Mr. Hyde



Di questo non so che dire sinceramente, ne parlavano tutti e ho deciso di prenderlo^^

- De Profundis di Oscar Wilde



Avendo amato Oscar Wilde come facevo a non prendo?

- Laggiù mi hanno detto che c'è il sole di Gayle Forman



Reato super gradito per natale, sapendo che adoro Gayle Forman la mia cara amica Elli ha deciso di regalarmi questa meraviglia c:

- Dracula di Stoker



Non lo leggerò molto presto, ma mi ispira!

- Suicide notes from beautiful girls di Lynn Weingarten 



Per chi non lo sapesse da poco mi sono data alla lettura in lingua, e ho fatto un ordine da Amazon per comprare tre libri in inglese tra cui questo!

- Will Grayson, Will Grayson di John Green e David Levithan 



Dentro l'ordine c'era anche questo, l'edizione mi piace troppo, tra l'altro il colore di base della copertina è il mio colore preferito c:

- A little something different di Sandy Hall




Ultimo libro all'interno si tratta de "Little something different" che credo sia un gran bel libro!

- The sky is everywhere di Jandy Nelson



Regalo di natale da parte di mamma, the sky is everywhere che non vedo l'ora di leggere!

- All the bright places di Jennifer Niver





Sempre regalo di natale di mamma!

- Aristoteles und Dante entdecken die geheimnisse des universums




Ultimo regalo di natale, l'edizione tedesca di Aristotele and Dante discover the secrets of the universe:)

Fatemi sapere se ne avete letto uno di questi!

martedì 20 dicembre 2016

Consigli #1 Come scegliere il liceo

SCEGLIERE IL LICEO

Se vi state chiedendo del perchè io non stia per scrivere di libri, ho deciso di aggiungere altri argomenti al blog, continuerò a scrivere di libri ma qualche volta vorrei mettere dei post un po' diversi! Spero che l'idea vi piaccia.
Se siete in terza media da qui a breve dovrete effettuare la scelta di cosa fare dopo le medie, una di queste possibilità è un liceo. 
(ci tengo a precisare che in questo post parlerò solo del liceo poi magari, se vi fa piacere anche degli istituti tecnici e professionali.)
Prima di dirvi tutti i tipi di liceo che all'incontrario da quello che si può credere non sono tre ovvero linguistico, classico e scientifico ma ci sono molte altre possibilità a varianti!
All'inizio qualche spiegazione generale del liceo: Qualsiasi tipo di liceo vi prepara per accedere a qualsiasi facoltà all'università perciò si presuppone che chi vuole andare al liceo gli piaccia studiare e che voglia studiare per minimo ancora otto anni c: 
Due cose da dire per aiutarvi a scegliere:
- pensate alle materie che vi piacciono
- pensate alle materie in cui andate meglio
E adesso iniziamo!


- Liceo scientifico




Questo qui, è un esempio di orario di un liceo scientifico, come si può facilmente capire ci sono molte ore incentrate sulla matematica e sulla scienza in generale. 
In questo liceo si studiato molto, e la matematica diventa molto più tosta, perciò prima di tutto vi deve piacere, visto che avrete questa materia praticamente ogni giorno, e avrà un valore importante, essendo una materia principale, a differenza di altre che qui sono secondarie come il latino, che invece in un classico diventa una materia fondamentale. 

- Liceo scientifico indirizzo scienze applicate

 
Cosa cambia tra scienze applicate dal tradizionale? semplicemente si sostituiscono le ore di latino, che come potete vedere nell'orario non è presente, con materie informatiche che a differenza del tradizionale vi è solo nel biennio, mentre qui si prolunga fino al quinto anno.
Anche qua però vale lo stesso discorso di prima, la matematica vi deve piacere, oppure la farete male e svogliatamente. 
Perciò se vi piacciono le materie scientifiche, uno di questi due indirizzi fa al caso vostro!

- Liceo scientifico indirizzo sportivo

Esiste anche questo indirizzo però, nel quale si fanno alcune ore nel triennio di diritto ed economia dello sport
Fai più discipline sposrtive, per il resto è molto simile ad un liceo scientifico! 

- Liceo classico

Il Liceo classico è un liceo incentrato sulle lingue "antiche" come il Greco e il Latino, che sono con italiano, delle materie principali al classico.
Anche qui, come in tutti i licei, devi studiare parecchio!
L'unico consiglio che mi sento di farvi è quello che se ci andrete deve piacervi, lo so che lo ripeto sempre, ma se una scuola non vi piace e non vi trovate bene, è inutile andarci!

- Liceo classico della comunicazione 

 Questo lieco non si trova d'appertutto, per esempio da me non c'è, però delle mie amiche di Roma ci vanno, perciò ve lo segnalo lo stesso.
La differenza tra questo liceo e quello classico tradizionale è davvero minima, al contrario che nel tradizionale avrete un ora nel biennio alla settimana di linguaggi multimediali, ovvero per esempio pubblicità queste cose qui, togliendo un'ora alla settimana di storia e geografia che da tre diventano due c:
Praticamente è uguale al classico tradizionale, però sarebbe una cosa interessante avere quell'ora di linguaggi multimediali!

- Liceo classico indirizzo europeo

 Stessa cosa come per quello della comunicazione, non si trova d'appertutto, però ve lo segnalo perchè lo trovo molto interessante.
Al contrario di un classico sia tradizionale che della comunicazione si fa una seconda lingua, e delle ore di dirtto ed economia per tutto il biennio e il triennio.
La tabella è divisa in Lezioni frontali e quelle in laboratorio Laboratorio.
Io personalmente lo trovo molto interessante!

- Liceo linguistico

 

Questo è un esempio di orario del liceo linguistico. C'è poca matematica soprattutto nel triennio, e poche materie scientifiche, dove invece prevalgono le lingue, infatti sono ben cinque se si contano anche l'italiano e il latino c:
Se vi piacciono le lingue, siete portati e volete conoscere nuove culture questo fa per voi! Poi c'è di solito in ogni scuola la possibilità di fare facoltativamente delle lezioni pomeridiane di una lingua orientale come il cinese!

- Liceo linguistico europeo indirizzo giuridico-economico 


 Questo liceo non si trova d'apertutto, ma da me c'è e personalmente è uno dei licei che trovo più bello!
Le lingue che si fanno qui sono quattro, infatti c'è il latino, l'italiano, l'inglese e una lingua a scelta generalmente tra il tedesco, francese e spagnolo. Poi di pomeriggio c'è sempre le lezioni facoltative di una lingua orientale!
Però, le ore che si userebbero in un tradizionale per una terza lingua, qui sono utilizzate per le materie giuridiche economiche!
C'è più matematica di un linguistico tradizionale, però non arriva alle ore di uno scientifico naturalmente.

- Liceo linguistico europeo indirizzo moderno



Per un liceo linguistico c'è anche l'opzione dell'europeo moderno. Cosa cambia? si fanno sempre tre lingue straniere (al contrario del giuridico-economico che sono due lingue straniere) ma latino termina al biennio e non si prolunga nel triennio, e quelle ore vanno a storia dell'arte che continua fino alla fine dei cinque anni, e a storia e geografia ed educazione civica che aumentano.


- Liceo delle scienze umane 


Questo è un liceo super umanistico, la matematica è davvero poca e prevalgono le materie psicologiche, ovvero sociologia, pedagogia, antropologia e psicologia. C'è anche un po' di diritto ed economia nel biennio. Per il resto ci sono le materie di tutti i liceo come latino, storia e italiano!
Molto spesso viene considerato un liceo di serie B, posso assicurarvi che non è così, infatti si studia come a tutti i licei c:

- Liceo delle scienze umane indirizzo economico-sociale


C'è anche l'opzione econimico-sociale che trovo molto interessante infatti viene sostituito il latino con una lingua straniera e ci sono meno ore di psicologia, antropologia, pedagogia e sociologia e viene aumentato il diritto e l'economia.
Per il resto sono uguali^^
Se vi piacciono le materie umanistiche, capire come funziona l'uomo, questo fa per voi!

- Liceo musicale 




Poi c'è il liceo musicale, c'è poca matematica, e molte materie incentrate sulla musica, se volete fare musica questo è quello che fa al vostro caso!

- Liceo artistico



L'ultimo liceo di quale vorrei parlare è il liceo artistico, è la stessa cosa del liceo musicale ma al posto delle materie musicali ci sono materie artistiche!
Se vi piace molto l'arte questo fa al casp vostro c:
Ma non sottovalutatelo, essendo comunque un liceo biogna studiare come a qualsiasi altro liceo!

Fatemi sapere a quale liceo vorreste andare o andate già^^

lunedì 12 dicembre 2016

Segnalazione #3 L'epoca della lavanda in fiore di Valentina Bindi

Ehi lettori!
Oggi sono tornata con una nuova segnalazione c:


Titolo: L'epoca della lavanda in fiori
Autrice: Valentina Bindi
Prezzo: 0,99 euro
Genere: Narrativa
Pagine: 161 pagine
Data di pubblicazione: 3 dicembre 2016


 Trama:
Ellie è una donna di trentatré anni appena trasferitasi a Parigi, ma è originaria di Boston decidendo però di lasciarla nel 2014, circa due anni prima per cause non dipendenti dalla sua volontà. Aveva perso ogni cosa, aveva perso la famiglia e soprattutto la voglia di vivere, decide così di andarsene e ricominciare una vita nuova lontano da tutto e tutti, lontano dai quei luoghi che le hanno distrutto il cuore e che tutt'ora le fanno un male indescrivibile. A Boston era moglie di John e madre di una bellissima bambina di nome Lily di cinque anni, aveva davanti a lei gli anni migliori della giovinezza e li ha vissuti serenamente fino al compimento dei suoi trentuno anni quando è finita ogni cosa, quando l’incidente le ha portato via il suo mondo, la sua realtà e ha creato solo oscurità dentro di lei, così ricordando quello che le raccontava la nonna Colette di origini francesi decide di fare le valigie e andare per qualche tempo a Parigi.
Proprio a Parigi viene assunta da Gilbert un ristoratore poco più piccolo di lei, comincerà una nuova vita, scoprendo luoghi e persone fantastiche fino a quando farà conoscenza di una bottega molto particolare con una proprietaria stravagante di nome Reneè. Grazie all’amicizia che sboccerà tra le due e con l’aiuto di Gilbert, Ellie proverà a cambiare ed a ritornare lentamente alla vita normale, la sua passione di fotografa sarà alimentata dall'incoraggiamento della giovane Reneè, che tra aromi di caffè molto particolari e una gita nei campi di lavanda, lascerà il suo eccentrico e ipnotico sorriso nel cuore di tutti.
È sostanzialmente una storia di amicizia che scopre il profondo e tormentato abisso del dolore della perdita, viaggiando per le idilliache piantagioni di lavanda e per la Provenza, Ellie scoprirà un legame e un dolore che affligge Reneè cambiando completamente il suo mondo, ancora una volta si ritroverà a doversi confrontare con qualcosa di molto più grande di lei, con un male incurabile e con la consapevolezza e la paura costante di perdere un’altra persona con cui aveva stretto forse la più importante delle amicizie che possano esistere al mondo.
Scorci come quelli dell’affascinante Francia accompagneranno la protagonista dando vita ai colori e i sapori di quei luoghi magici e inconfutabilmente unici.
Questo romanzo non chiede di più, vuole solo far capire come il dolore della perdita, della morte e della difficoltà ad andare avanti possano essere superati grazie all'unione che non deve per forza essere l’amore, ma di come in realtà l’amicizia sia quella spinta e quell'aiuto che riesce a far superare il più terribile dei mali.



Dove potete acquistarlo: Su Omniabuk
                                         bookrepublic 
                                         Amazon



martedì 6 dicembre 2016

Recensione #27 Maresi: Cronache del monastero Rosso di Maria Turtschaninoff

Ehi lettori!
Sono qui oggi per farvi un recensione, di un romanzo che mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice, che ringrazio^^
Si tratta di "Maresi: cronache del monastero rosso." di Maria Turtschaninoff.

Titolo: Maresi: cronache del monastero rosso
Autrice: Maria Turtschaninoff
Casa editrice: Atmosphere libri
Prezzo: 15 euro
Genere: Romanzo per ragazzi a tratti fantasy
Pagine: 154



Trama: Maresi arriva al Monstero Rosso all'età di tredici anni, dopo aver sofferto la fame nel suo paese.
Prima di allora, aveva sentito solo voci della sua esistenza in segreti racconti popolari. In un mondo in cui le ragazze non sono autorizzate a imparare e fare ciò che vogliono, un'isola abitata solo da donne suonava come una fantasia.
Ma ora Maresi è qui, e sa che è vero. Lei si sente al sicuro.
Poi un giorno arriva Jai, una ragazza dai capelli biondi e le cicatrici sulla schiena. è arrivata sull'isola per sfuggire a un terribile pericolo e inimmaginabili crudeltà. Lei sa che gli uomini che vogliono farle del male non si fermeranno davanti a nulla.
Ora le donne e le ragazze del Monastero Rosso devono utilizzare tutti i loro poteri e le antiche conoscenze per combattere le forze che vogliono distruggerle.
E Maresi, ossesionata dai suoi stessi incubi, deve confrontarsi con i suoi più profondi e oscruri timori.




Recensione: Maresi è un romanzo di genere fantasy ma nel quale ci sono molte caratterictiche della nostra società di oggi.
è Maresi che racconta questa storia, che inizia proprio quando Jai, una ragazza poco più grande di lei, arriva al monastero con le sue cicatrici sulla schiena.
Questo perchè a Jai hanno insegnato che una donna non è nulla senza un uomo e che l'unica cosa che doveva fare era ubbidire. Jai è sempre stata un po' ribelle e per questo motivo venive picchiata dal padre. Dopo la morte di sua sorella sua madre decide di mandarla al Monastero Rosso.
Lì le verrà affidato il letto accanto a Maresi e le due diventeranno molto amiche.
Maresi invece arriva al monastero a tredici anni, dopo una carestia nel suo paese decide di andare spontaneamente al Monastero per aiutare la famiglia.
Ci sono vari motivi per le quali le ragazze arrivano al monastero, per il motivo di Maresi, o di Jai, che cerca di scappare da una realtà in cui la donna è sottomessa all'uomo, oppure perchè la famiglia si rende conto di avere una figlia intelligente che ama apprendere cose nuove, così decide di mandarla al monastero per donarle l'istruzione migliore che una ragazza possa desiderare. Perchè sono malate o disabili e lì possono ricevere le cure necessarie oppure anche perchè vengono mandate dal padre che decide di investire nell'istruzione essendo brutarelle e pensa che sia difficile maritarle.
Fatto sta che il padre di Jai non si fermerà davanti a nulla per riprendere sua figlia.

"E tutte le atre, donne e ragazze, fecero come lei
cominciarono a cantare le lodi della Verginde, della Rosa,
della sapienza, e della sua bellezza. 
Gli uomini tentarono di zittirle, ma non avevano potere
contro il canto delle donne."

Ho adorato tantissimo questo romanzo, sopratutto per lo stile di scrittura dell'autrice molto dettagliato, descrive nei minimi dettagli lo svolgere della vita nel monastero, non lasciando nulla al caso. 
Mi sono potuta immergere totalmente nelle abitudini delle Novizie e delle Superiore. 
Un altro punto ha favore è la crescita che i personaggi subiscono nel corso del romanzo, maturano tanto si fisicamente che mentalmente. 
Mi sono potuta rivedere molto in Maresi, ragazzina molto curiosa che ama leggere e apprendere, infatti tutte le sere va insieme a Jai alla stanza che lei chiama "Stanza del tesoro, che è piena zeppa di libri, per leggerli fino all'ultima pagina. 
Mi ha toccato molto la storia di Jai, che purtroppo ancora oggi molte ragazze anche giovani subiscon lo stesso trattamento ogni giorno, che non ho potuto non trovare un personaggio forte e con carattere, per essere riuscita a sopportare le ingiustizie che le vengono afflitte. 
Questo romanzo parla della forza di ribellione e del potere della donna, che vale anche senza un uomo, che può cavarsela anche da sola. 
L'autrice è riuscita a descivere un Monastero bellissimo, con tutte le sue abitudini miste anche alle arti mistiche. 
Mi è piaciuta anche molto la Supersiora, Sorella O e Heo, che sono stati i miei personaggi preferiti. 
Un romanzo consigliato a tutti, merita davvero di essere letto!

Voto: 4/5 

Fatemi sapere con un commento se voi lo avete letto, cosa ne pensate o se avete intenzione di farlo c:  



venerdì 2 dicembre 2016

Preferiti #3 novembre


Ehi lettori!
Oggi sono tornata con i preferiti del mese di novembre c:
Iniziamo subito!


- Libro del mese






Devo dire che è stato molto complicato scegliere un libro del mese perché non ho letto molto questo mese ma ho letto tutti libri che mi sono piaciuti tantissimo, però alla fine ho scelto "Colpa delle stelle."
Mi ha fatto commuovere ed è stato davvero un romanzo stupendo che consiglio a tutti!


- Film del mese







Questo mese ho visto un sacco di film, ma non posso non citare "Animali fantastici e dove trovarli." mi è piaciuto davvero tanto, ha superato a dire il vero anche le mie aspettative e sono andata a vederlo anche con le due mie migliori amiche, perciò non poteva esserci pomeriggio migliore c:





Non posso però non parlarvi di "Holding the man" è un tipo di film che parla di tematiche di cui non vedo film e leggo libri molto spesso, però sotto consiglio di una mia amica ho deciso di vederlo, e devo dire che mi è piaciuto tantissimo! Super consigliato, a tutte le persone che vogliono un film diverso e commovente.


- Serie tv del mese




Fantasia portami via, anche questo mese vi cito "Once Upon a time" che purtroppo per mancanza di tempo è l'unica che seguo, che tra l'altro vi consiglio tantissimo^^


- Canzone del mese






Ho ascoltato tanto questa canzone non so nemmeno il motivo e non ha un testo particolarmente significativo o bello solo mi sono ritrovata a cantarla tantissimo questo mese.




Stessa cosa vale per "Closer" super mega consigliate queste canzoni!


- Ship del mese




La mia ship del mese sono stati Chaol e Caleana, del trono di ghiaccio mi sono piaciuti davvero molto.


Le altre categorie non le ho messe perché non avevo una risposta.


E niente, alla prossima lettori c: